Ente Palio de San Michele NEWS
Torna alle news


Archivio news
Presentato in conferenza stampa in Regione il programma della 48° edizione del Palio de San Michele


conferenza stampa 2010Saranno ancora le tre gare delle Sfilate, Giochi e Lizza ad accendere l’appassionante sfida tra i quattro rioni di Bastia Umbra, Moncioveta, Portella, San Rocco e Sant’Angelo. È stata presentata mercoledì 8 settembre in conferenza stampa la 48° edizione del Palio de San Michele che si terrà dal 18 al 29 settembre. Il Palio di Bastia è una manifestazione dal linguaggio moderno immersa nell’Umbria dalle profonde tradizioni medievali. Bastia Umbra si trasforma per un mese in un fermento d’idee e colori, che entusiasmano coloro che la vivono e trasmettono forti emozioni in tutti gli spettatori.
 
Gli interventi in conferenza stampa
Il Sindaco di Bastia Umbra Stefano Ansideri
: “Credo di essere stato l’unico, o uno dei pochi, a vivere il Palio in tre vesti diverse: da organizzatore negli anni ‘70, da spettatore e oggi da sindaco. Ciò mi ha permesso di leggerlo in tutti i suoi aspetti: il Palio de San Michele è una festa che va tutelata per la forza aggregativa e di socializzazione che la contraddistingue nell’intero territorio. Basti pensare alle Sfilate, dei veri spettacoli teatrali che riescono a coinvolgere nella preparazione tantissimi cittadini, a partire dalle imponenti strutture scenografiche alle coreografie e recitazione. Manifestazioni come questa sono lo specchio della nostra città, viva e creativa”. 

L’assessore alla cultura di Bastia Umbra Rosella Aristei: “Condivido molto il lavoro interessante che in questi anni l’Ente Palio sta facendo per il coinvolgimento delle scuole nei processi del Palio, rendendo i bambini veri protagonisti. Sono loro il futuro della festa ed è importante che rafforzino il senso di appartenenza e di coesione. Il Palio è un momento culturale che stimola la creatività e la crescita umana, un evento in cui tutta la città può identificarsi”.

Il presidente dell’Ente Palio Gianluca Falcinelli: “Il Palio de San Michele è una manifestazione unica nel suo genere. Con le Sfilate un'intera città diventa teatro e la sua piazza si trasforma in un immenso palcoscenico. Il livello raggiunto in questi anni è ormai molto elevato e raffinato, come ci hanno sottolineato molti professionisti chiamati in Giuria tecnica, paragonando le Sfilate a spettacoli teatrali molto quotati. Ciò ci lusinga e ci stimola a migliorare. Reputo che sia necessario fare molta più attenzione alla promozione del Palio, affinché riceva maggior interesse a livello regionale. I mezzi di comunicazione di oggi sono molto veloci e permettono di raggiungere un’utenza più allargata e differenziata che non possiamo sottovalutare”.