Ente Palio de San Michele NEWS
Torna alle news


Archivio news

 

Il rione Moncioveta concede il bis e vince la 54° edizione del Palio de San Michele!

Il rione Moncioveta si ripete! Dopo il primo posto ai Giochi in Piazza, il rione capitanato da Federica Moretti vince anche la lizza e, nonostante l’ultimo posto alla sfilata, conquista la 54° edizione del Palio de San Michele. Il Rione Sant’Angelo vince il Premio don Luigi Toppetti. I bambini delle Lucciole del Rione Portella si aggiudicano il Premio Stella Nascente mentre il Rione San Rocco vince la sfilata, la gara gastronomica e il Premio Monica Petrini (miglior attore) con Rodolfo Mantovani

Davanti ad un pubblico delle grandi occasioni, con tribune gremite e folla riversata lungo tutta Piazza Mazzini, si è svolta ieri sera l’ultima prova ai fini dell’assegnazione del Palio. Moncioveta, Portella, Sant’Angelo e San Rocco si sono sfidati nella lizza, un’emozionante staffetta 4x400 corsa tra i sanpietrini e caratterizzata da due ripartenze (bidoni). Una gara unica, elettrizzante ed adrenalinica che, anche quest’anno, non ha deluso le attese. Dopo una rimonta incredibile ha vinto (per il secondo consecutivo) il rione Moncioveta, su Sant’Angelo (in testa fino a pochi metri dal traguardo), Portella e San Rocco. Questa vittoria è risultata determinante anche per l’assegnazione del Palio. Dopo la Lizza infatti sono stati diramati i risultati ufficiali delle sfilate che hanno visto prevalere nettamente il Rione San Rocco, con Portella, Sant’Angelo e Moncioveta a seguire.

La classifica generale ha visto appaiati al primo posto con 12 punti il Rione Moncioveta e il Rione San Rocco. La vittoria, come da regolamento, è stata assegnata al rione capitanato da Federica Moretti, grazie proprio al miglior piazzamento sulla Lizza. Con questo risultato il Rione Moncioveta ottiene il suo 15° palio, un record che lo fa balzare in testa solitaria alla classifica generale del Palio de San Michele (14 Portella, 12 Sant’Angelo e San Rocco). Questa sera, giovedì 29 settembre, ultimo giorno per le taverne gastronomiche e, alle ore 23.00, spettacolo pirotecnico con i fuochi d’artificio.

Ma che lizza è stata?

Nella prima frazione grande bagarre al primo bidone, con Nicola Ciancabilla (Sant’Angelo) davanti a Pier Luca Trecchiodi (Portella), Marco Villanova (San Rocco) e Raffaele Cinquegrana (Moncioveta). Ciancabilla è stato autore di una prova superlativa lasciando il vuoto dietro di se già in prossimità della seconda virata. A seguire l’ottimo Trecchiodi di Portella che, alla sua prima lizza, ha dimostrato doti atletiche fuori dal comune con una progressione che l’ha portato a ridosso dell’incontenibile Ciancabilla. Villanova di San Rocco, dopo una partenza poco brillante, ha migliorato la sua corsa mantenendo un buon terzo posto. Raffaele Cinquegrana di Moncioveta è stato l’atleta più penalizzato della corsa con contatti al limite del consentito da parte degli altri due atleti che hanno condizionato nettamente la sua prestazione in entrambe le virate.

Tuttavia, il fortissimo atleta del Rione Moncioveta è riuscito a tenere botta e, nonostante queste defezioni, non ha perso terreno con il gruppo. La seconda frazione è stata come al solito velocissima. Alessandro Rossi (Sant’Angelo) ha amplificato il vantaggio con un passo impressionante. Dietro di lui, grande prova di Lorenzo Ridolfi (San Rocco) che in prossimità del secondo bidone è riuscito a scavalcare Fabrizio Pantaleoni (Portella). Bellissima frazione anche per Giovanni Bianchi di Moncioveta (all’esordio pure lui, ndr) che, dapprima ha insidiato San Rocco, poi ne ha seguito la scia scavalcando l’atleta di Portella. Nella terza frazione il momento decisivo. Marco Degli Esposti (Sant’Angelo) giunto alla sua 17° lizza consecutiva (record assoluto), ha mantenuto il vantaggio acquisito dai suoi compagni di squadra correndo in solitario davanti. Dietro di lui incredibile exploit di Emanuele Sdringola (Moncioveta) autore di un autentico capolavoro atletico. Infatti, dopo aver ridotto il gap con Giacomo Gorietti (San Rocco), è riuscito a superarlo in prossimità del secondo bidone, dopodiché ha recuperato notevolmente terreno nei confronti di Degli Esposti. Edoardo Lazzari (Portella) ha seguito le gesta dell’atleta monciovetano scavalcando Gorietti nel finale di frazione. Al momento del cambio, il vantaggio di Davide Santucci (Sant’Angelo) nei confronti di Giovanni Cinquegrana (Moncioveta) era veramente esiguo e, dopo un’entusiasmante testa a testa, il fortissimo lizzaiolo di Moncioveta è riuscito a sorpassare l’ottimo Santucci portando per primo il testimone al di là del traguardo. A seguire Davide Falcinelli (Portella) e Mirko Susta (San Rocco) hanno chiuso la classifica della Lizza 2016.

Dopo l’emozionante arrivo della lizza, la giuria 2016 composta da Daniela Giovanetti, Presidente di Giuria – (attrice, regista e coreografa), Monica Guazzini (attrice), Norina Angelini (cantante, musicista e pianista), Anna Lisa Buccellato (giornalista e promoter teatrale), Simone Colombari (attore), ha diramato la classifica finale delle sfilate. Rodolfo Mantovani del Rione San Rocco si aggiudica il Premio Monica Petrini come miglior attore della kermesse. Il Rione Portella si aggiudica la terza edizione del Premio “Stella Nascente” con i bambini delle lucciole.

“100% colore” del Rione San Rocco è la sfilata che ha nettamente prevalso nelle preferenze della giuria, centrando 10 punti. Seconda piazza per “La strega del sorriso” del Rione portella. Nel gradino più basso del podio si colloca il Rione Sant’Angelo con “Indagine su quattro cittadini al di sopra di ogni sospetto”, mentre il Rione Moncioveta chiude la classifica delle sfilate 2016 con “Moncioveta 2016”.

Il Rione Sant’Angelo vince la XIV° edizione del Premio Speciale “Don Luigi Toppetti”. Il Premio, indetto in ricordo del parroco che fu l’ideatore del “Palio de San Michele”, assegna un riconoscimento alla Sfilata che più delle altre ha racchiuso i valori ispiratori della manifestazione: la socializzazione, il confronto, l’accoglienza, l’integrazione sociale, il rispetto della dignità umana, la pace, la promozione culturale e spirituale. La Giuria, dopo un’attenta e difficile riflessione per la particolare bellezza e spessore delle quattro Sfilate e dopo aver espresso un apprezzamento vivo e sincero per tutte le rappresentazioni, ha ritenuto tuttavia di assegnare tale riconoscimento alla Sfilata del Rione Sant’Angelo “Indagine su quattro cittadini al di sopra di ogni sospetto”. Questa scelta viene così motivata: “Il Rione Sant’Angelo con la sua Sfilata ha messo in evidenza come la saggezza, l’esperienza e la maturità degli anziani, acquisite nel confronto con le difficoltà della vita e con le sue durezze, possono orientare e sostenere l’impatto delle nuove generazioni con le proprie difficoltà sempre antiche e sempre nuove. Il Rione ha visivamente dimostrato il valore dell’annuncio con il quale ha presentato la Sfilata: la fragilità dell’uomo nasconde la sua vera forza.”

Il capitolo dei premi si chiude con il 7° concorso fotografico “Il Palio… dietro le quinte”. La giuria tecnica formata da Piero Principi, Nadia Cianelli e Michele Morelli, ha assegnato il 1° premio a Melissa Massara, 2° Federica Moretti. Vittoria Mallia si merita la citazione della giuria tecnica, mentre Manuela Capitanucci ha vinto il 1° premio decretato dalla giuria popolare (Pro Loco di Bastia Umbra). Micheal Marzi ha ottenuto la citazione da parte della giuria popolare

La classifica finale della 54° edizione del Palio de San Michele:

1° Rione Moncioveta 12 p.ti*

2° Rione San Rocco 12 p.ti

3° Rione Portella 11 p.ti

4° Rione Sant’Angelo 9 p.ti

Sfilate

1° Rione San Rocco 10 p.ti

2° Rione Portella 6 p.ti

3° Rione Sant’Angelo 4 p.ti

4° Rione Moncioveta 2 p.ti

Giochi

1° Rione Moncioveta 5 p.ti

2° Rione Portella 3 p.ti

3° Rione Sant’Angelo 2 p.ti

4° Rione San Rocco 1 p.to

Lizza

1° Rione Moncioveta 5 p.ti

2° Rione Sant’Angelo 3 p.ti

3° Rione Portella 2 p.ti

4° Rione San Rocco 1 p.to

*piazzamento lizza

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI:

Federica Moretti, capitano del rione Moncioveta: “Siamo una grande famiglia, unita. Abbiamo saputo rialzarci ed andare avanti con coesione e uno spirito di aggregazione fuori dal comune. Questo ci ha permesso di creare un gruppo vincente, in primis nei valori e poi qui, in piazza. Due anni da capitano, due anni sul gradino più alto… Il segreto? Non voglio essere ripetitiva ma, ho dei grandissimi rionali che amo profondamente. Quest’anno abbiamo sfilato con ben 298 persone e non era mai successo nella storia del nostro rione. Con questa vittoria del Palio siamo balzati in testa per la prima volta nell’albo d’oro della manifestazione. Quindi ho una gioia immensa ma, tuttavia, sono molto dispiaciuta per il comportamento degli altri rioni. Personalmente, mi ritengo una persona sportiva, spero che a sangue freddo ragionino meglio sulle accuse che ci hanno rivolto. Tutti i rioni si impegnano dall’inizio alla fine. C’è un lavoro allucinante da parte di tutti i rionali bastioli coinvolti. Quindi per me, in realtà, siamo tutti vincenti. Però in questo momento il palio l’abbiamo vinto noi e non posso che esternare la mia felicità. La dedica? (tra le lacrime di commozione, ndr) Questi due pali consecutivi li dedico a tutti i miei rionali che si sono impegnati con me.”

Le interviste ai lizzaioli e la Lizza 2016 visibile al link: http://livestream.com/Terrenostre/events/6335977/videos/137191475