Ente Palio de San Michele NEWS
Torna alle news


Archivio news

Moncioveta non si ferma più! Il rione capitanato da Federica Moretti vince per terza volta consecutiva i Giochi in Piazza, aggiornando il suo clamoroso palmares: 24 vittorie in 54 edizioni. Questa sera spazio ai giovani con il Minipalio alle ore 21.30. Domani sera, mercoledì 28 settembre, Lizza e Assegnazione della 54° edizione del Palio de San Michele

 

INFOLINE biglietteria: 075.8011525

27 settembre, ore 21.30

Moncioveta fa il tris e si conferma regina dei Giochi in Piazza. L’assegnazione della 54° edizione del Palio de San Michele è prevista per 28 settembre, dopo la Lizza, trasmessa in diretta streaming da Terrenostre.info e dal sito web www.paliodesanmichele.it

 

I giochi 2016

Tribune gremite all’inverosimile hanno accompagnato l’edizione 2016 dei GIOCHI IN PIAZZA. L’inizio serata è stato a dir poco emozionante con la presentazione degli atleti che, dallo scorso anno, sono presentati uno ad uno, celebrando il proprio attaccamento rionale in una hall of fame impreziosita da un sottofondo musicale, scelto distintamente tra un rione e un altro. L’entusiasmo generato da questa presentazione ha regalato agli spalti momenti di adrenalina pura. Alla fine, il risultato dei giochi 2016 ha incoronato ancora una volta il Rione Moncioveta (13 punti), davanti a Portella (12 punti), Sant’Angelo (11 punti) e San Rocco (8 punti).  

Con la vittoria di ieri sera, il rione capitanato da Federica Moretti, aggiorna il suo straordinario palmares: in 54 edizioni, i rossi si sono aggiudicati i Giochi per ben 24 volte!

L’edizione 2016 dei GIOCHI IN PIAZZA è stata a dir poco caotica. Dopo la prima manche del tiro alla fune (Portella vincente su San Rocco e Sant’Angelo su Moncioveta), si è entrato nel vivo della competizione con il gioco del PUZZLE.

La seconda edizione del gioco introdotto lo scorso anno, ha visto ancora una volta prevalere il rione rappresentato da Filippo Giuliani (responsabile Giochi Rione Moncioveta), che ha anticipato di qualche secondo il Rione San Rocco, davanti a Sant’Angelo e Portella. Il momento clou della serata si è vissuto con la CORSA CON IL SACCO. La gara, vinta da Moncioveta al fotofinish su Portella, con Sant’Angelo e San Rocco distanziate di qualche metro, è stata comunque macchiata da una partenza a dir poco contestata. L’atleta del rione capitanato da Federica Moretti ha infatti anticipato di poco la partenza. Tuttavia, l’infrazione non è stata ravvisata in tempo reale dai giudici e, dopo le prove video acquisite al termine della gara, è iniziato un vero e proprio caos. Il ricorso degli altri responsabili giochi è stato immediato. Il disagio creato da quest’evenienza ha bloccato letteralmente lo svolgimento dei GIOCHI per oltre tre quarti d’ora. Alla fine, con regolamento alla mano, il risultato è stato confermato tra i fischi generali del pubblico. Questa macchia non toglie nulla al merito dei ragazzi rappresentati da Filippo Giuliani, ma reclama comunque giustizia da parte degli altri.

Il TIRO ALLA FUNE ha confermato lo strapotere del Rione Sant’Angelo che ha trascinato via in ordine di classifica: Portella, Moncioveta e San Rocco. Prima dell’ultimo gioco, la classifica parziale vedeva al primo posto Moncioveta (12 punti), Sant’Angelo (9 punti), Portella (7 punti) e San Rocco (5).

IL PALO DELLA CUCCAGNA avrebbe potuto capovolgere la classifica finale con l’eventuale vittoria di Sant’Angelo e la debacle monciovetana. Il gioco però è stato vinto dal Rione Portella, davanti a San Rocco, Sant’Angelo e Moncioveta. Tuttavia, anche qui ci sono state contestazioni. Durante i festeggiamenti per la vittoria del gioco, gli atleti di Portella hanno invaso la piazza con la gara ancora in corso. Però non hanno danneggiato gli altri atleti coinvolti e, anche in questo caso, i ricorsi non hanno ottenuto riscontri.

Vince Moncioveta, quindi, e per la terza volta consecutiva porta a casa I GIOCHI IN PIAZZA. Le polemiche fanno parte del gioco ma, quando si ottengono determinati risultati, occorre dare i giusti meriti ad un Rione che ha sempre saputo rinnovarsi e confermarsi.

 

 

Questi i risultati parziali:

Tiro alla fune: 1° Sant’Angelo, 2° Portella, 3° Moncioveta, 4° San Rocco

Il Puzzle: 1° Moncioveta, 2° San Rocco, 3° Sant’Angelo, 4° Portella,

La corsa con il sacco: 1° Moncioveta, 2° Portella, 3° Sant’Angelo, 4° San Rocco

Il Palo della Cuccagna: 1° Portella, 2° San Rocco, 3° Sant’Angelo, 4° Moncioveta

 

Classifica finale dei GIOCHI:

1° Moncioveta – 13 punti

2° Portella  – 12 punti

3° Sant’Angelo – 11 punti

4° San Rocco - 8 punti

 

EVENTI PALIO: Martedì 27 settembre alle ore 21,30 il MINIPALIO

Mercoledì 28 settembre Lizza (in diretta streaming) e assegnazione del Palio 2016

 

INTERVISTA AI PROTAGONISTI:

Filippo Giuliani, responsabile dei giochi di Moncioveta, per la terza volta consecutiva sul gradino più alto del podio ha ancora l’adrenalina addosso quando risponde alle nostre domande.

Filippo, ormai sta diventando una consuetudine: per il terzo anno consecutivo ci ritroviamo insieme la notte del 26 settembre a descrivere un’altra vittoria, questa volta però al cardiopalma!

“Già, è stata una gara molto più combattuta degli anni precedenti. Abbiamo vinto solo per un punto di distacco ma… Si dice che vincere è difficile, ripetersi lo è ancora di più, ma vincere per la terza volta consecutiva è sicuramente un’impresa. Quando ho cominciato quest’avventura non mi sarei mai immaginato di stare qui a celebrare questo triennio favoloso. Siamo consapevoli della nostra forza ma gli avversari sono forti, le variabili in ogni gioco sono tante e fare in modo che alla fine il risultato ti sorrida non è assolutamente scontato, anzi…”

Senza entrare nelle polemiche che hanno caratterizzato quest’edizione, entriamo nel merito dei protagonisti, degli atleti che hanno compiuto quest’impresa. Hai un gruppo eterogeneo. Un mix di giovani e gloriosi rionali che da anni scendono in piazza. “Dopo le soddisfazioni che il gruppo giochi mi ha regalato, non potevo che confermare le squadre che sono scese con me in piazza negli ultimi anni. Logicamente non sempre si ritrovano le stesse persone; abbiamo dovuto sostituire le assenze con altrettanti ragazzi bravi. Questa sera il gruppo giochi è stato spinto dalla forza immensa del nostro Rione. Questa vittoria non è soltanto merito degli atleti scesi in piazza, ma di tutta la famiglia Moncioveta che ogni anno espande i propri confini contagiando con entusiasmo l’intero movimento.

A chi ti senti dedicare questo strepitoso successo?

Innanzitutto dedico questa vittoria a tutto il Rione. Poi mi piace condividere questo premio con tutti gli atleti scesi in piazza e tutti i collaboratori che hanno lavorato alla realizzazione della squadra dei Giochi. Ovviamente lo dedico anche a me. Vivo questo ruolo con molta dedizione, impegno e grande passione. La mia testa a settembre (e anche prima) è rivolta soltanto a questo. È chiaro, non sono io a competere e chi c’ha portato alla vittoria sono stati i nostri ragazzi. Però, credo che il mio ruolo sia stato funzionale al risultato, poiché è soltanto seguendoli giornalmente (non solo a settembre) e credendo in loro, come io faccio dal profondo del cuore, che si possono realizzare imprese come questa.

Infine, considerazione personale. L’accanimento con la quale difendi questo rione nelle sedi più opportune è qualcosa di incredibile. Odiato da tutti gli altri, ma al tempo stesso, forse, preso anche come il miglior esempio da seguire…

Sembra retorica ma, quando si vince non si può essere simpatici a tutti. Ognuno tira l’acqua al proprio mulino, no? Poi… Quando prendo un impegno, non conosco altro modo per portarlo a termine se non dare tutto me stesso. In tutte le sedi, sia quelle diplomatiche che quelle pratiche, sul campo. E finché avrò voglia e tempo di farlo sarà così. Quando sentirò che l’interesse e il tempo vengono meno, sarò il primo a fare un passo indietro. Ora, con questa gioia immensa addosso, mi auguro che quel tempo non arrivi mai.”

 

Fabrizio Raspa, atleta di spicco del gruppo giochi Rione Moncioveta: 18 anni in piazza! Qual è il tuo segreto?

Il segreto è tenersi in forma e non è assolutamente semplice. Tutto diventa più facile quando si sposta l’asticella degli obiettivi. Il nostro è stato quello di coinvolgere tanti giovani. Dall’alto della mia esperienza posso solo fungere da esempio per loro e non posso far altro che ringraziarli e complimentarmi per il risultato acquisito.

Nonostante sia uno dei veterani, il tuo sprint è rimasto quello di un tempo. La tua frazione è stata infatti determinante per vincere la Corsa con il Sacco, nonostante sia partito in concomitanza con l’atleta di Portella.

È stato fondamentale il cambio che ci ha permesso di guadagnare qualche metro. Inizialmente ho spinto molto, rischiando anche un po’. Poi a metà percorso mi sono voltato con la coda dell’occhio. Non si dovrebbe fare, ma con l’esperienza acquisita negli anni certi rischi me li posso permettere. Di conseguenza ho visto che il margine era importante ed allora ho proseguito con più tranquillità, mantenendo freddezza e lucidità.

Si avvicina il Minipalio. Ieri sera, tra molti esordienti, c’è stato anche chi non ha mantenuto le attese. Qualche ragazzo ha pianto ed è apparso demoralizzato. Dall’alto di 18 anni di Giochi e da educatore di sport quale sei, hai un consiglio per loro?

La mentalità è tutto. Devono innanzitutto prepararla al migliore di modi, poiché non bisogna mai lasciare nulla al caso. Poi devono provarci sempre e crederci fino alla fine. È la mentalità che crea la prestazione e, soprattutto i giovani, devono credere in quello che fanno.

Dopo 18 anni di giochi, a chi dedichi quest’impresa?

A mia moglie in primis che, nonostante sia di un altro rione, ha sempre avuto molta pazienza. Poi, ovviamente, dedico questa vittoria a mia figlia e a tutto il gruppo giochi del rione Moncioveta!

 


 

INFOLINE biglietteria: 075.8011525

Per giorni e orari della biglietteria consultare il sito www.paliodesanmichele.it                                                                                                        

Facebook: Ente Palio de San Michele