Ente Palio de San Michele NEWS
Torna alle news


Archivio news

Il presidente dell’Ente Palio Marco Gnavolini traccia il bilancio della 52° Edizione del Palio de San Michele

 

IL BILANCIO 2014

Il bilancio di questa 52 edizione del Palio è stato assolutamente positivo. Infatti, nonostante la situazione economica generale, gli incassi hanno rispecchiato l’edizione precedente e ci permetteranno di mantenere fede agli impegni economici presi. Una nota di merito spetta all’organizzazione delle cucine dei rioni che, unita al lavoro pragmatico e certosino dei delegati dell’Ente Palio, responsabili del monitoraggio e della collaborazione con le varie istituzioni, hanno semplificato il lavoro della Commissione Pubblico Spettacolo che non ha riscontrato problematiche nella verifica all’interno delle taverne. Grande è stata anche la risposta di pubblico: basti pensare che, secondo una stima della Polizia Municipale di Bastia Umbra, la sera della lizza e dell’assegnazione del Palio, Piazza Mazzini ha ospitato oltre 7.500 persone. Questo è anche il segno che la manifestazione è in continua evoluzione e che la Piazza sta diventando sempre più stretta: credo che qui la politica debba dare segnali forti e risposte concrete per un miglioramento ed una crescita economica e d’immagine importante.

 

LE PROBLEMATICHE

Rispetto alle problematiche riguardanti la sicurezza, l’organizzazione ha funzionato alla perfezione. Per la prima volta infatti, abbiamo “separato” tutte le responsabilità e organizzato al meglio il piano di emergenza sanitaria, il piano di emergenza evacuazione per cause di calamità naturali, il piano antincendio e sicurezza per la piazza. Le problematiche economiche invece, sono state le stesse degli altri anni. Come Ente Palio, abbiamo analizzato ed esaminato le voci di bilancio delle edizioni precedenti, effettuando dei tagli mirati verso gli “sprechi”. Il Palio, grazie ad un nostro nuovo media partner (www.filrouge.it, ndr) è stato presente anche all’Umbriafiere per “Fa’ la cosa giusta, Umbria”, un festival dedicato al  consumo consapevole e agli stili di vita sostenibili. Proprio seguendo questo filone abbiamo realizzato un Palio “sostenibile”, gettando basi solide per le prossime edizioni.

Da ricordare che, in collaborazione con il Comune di Bastia Umbra, la Gest e Gesunu, è stato istituito l’ Eco Palio. L’iniziativa, dai profondi valori di educazione civica, è importantissima e tende a sensibilizzare e salvaguardare l’ecosostenibilità della manifestazione. Il premio,  ancora in fase di accertamento e valutazione, è anche un atto di responsabilità per i rioni che, grazie all’Eco Palio. hanno svolto un lavoro di raccolta differenziata dei rifiuti, agevolandone l’enorme smaltimento.

 

L’ENTE PALIO

Sono previste un aggiornamento e delle modifiche dell’atto costitutivo e dello statuto, per renderlo più fruibile e moderno. Cercheremo inoltre, di rendere più responsabili i rioni, poiché le esigenze organizzative sono cambiate nel tempo ed è sempre più complesso delegare la figura unica del Presidente dell’Ente Palio per tutte le responsabilità. Per l’amore e la passione che mi coinvolge personalmente nell’organizzare questa manifestazione, mi auspico che a fine anno, quando nei rioni avverranno i consigli, i capitani e i consiglieri, la scelta dei propri delegati sia espressione della volontà dei propri rioni e che la scelta ricada su persone consapevoli e coscienti che, prima si esaudiscano le esigenze della macchina organizzativa, poi si ritorna a far parte del proprio rione (e non viceversa).  Questo a dimostrazione che quelle persone che devono essere poi elette, siano consapevoli, mature e responsabili.

 

 

PROGETTI E FUTURO

Vogliamo mantenere un dialogo con tutta la politica istituzionale per risposte concrete su sedi rionali, cucine e collocazione del Palio, per utilizzare, ai fini di un’organizzazione migliore, anche Piazza Togliatti. Come detto prima, abbiamo una collaborazione aperta e fattiva con la Regione Umbria per ottenere il riconoscimento di Evento Storico e Tipologico. Da ricordare, e va messa al primo posto delle iniziative che ha preso l’Ente Palio, la nuova carica che è stata data a Nicola Angione, responsabile della comunicazione. Da quest’anno abbiamo iniziato con Nicola un percorso volto a rinnovare l’immagine dell’Ente Palio, con nuove iniziative che verranno proposte anche fuori dal periodo settembrino. Dietro la sua supervisione, abbiamo iniziato anche una collaborazione con Terrenostre per quanto riguarda la diretta streaming della serata di inaugurazione e della lizza (iniziativa che sarà senz’altro ampliata in futuro). Grazie alla sua collaborazione abbiamo nuovi media partner, come il portale di eventi www.filrouge.it, che ci permetterà di apportare novità importantissime, decisamente volte al miglioramento del Palio.

Anticipazioni?

Il prossimo anno ricorre il 20° anniversario della costituzione dell’Ente Palio e vi garantisco che metteremo in piedi una manifestazione degna di tale ricorrenza. Abbiamo già avuto la riconferma di Peppe Vessicchio che, impegni a parte, sarà di nuovo Presidente di Giuria e, grazie a Paolo Emilio Landi, che quest’anno ha ricoperto la carica di coordinatore di giuria (figura richiesta da Peppe Vessicchio per dare più tono e qualità alla nostra Manifestazione), forse riusciremo ad ospitare un noto e famosissimo regista americano di fama internazionale.