Primo risultato del progetto “RIONINSIEME” è la rappresentazione di “Black Comedy”, un’opera teatrale di Peter Shaffer conosciuta in Italia dal grande pubblico nel '67, grazie all'interpretazione di Giancarlo Giannini, affiancato da Anna Maria Guarnieri e Milena Vukotic, per la regia di Franco Zeffirelli. La commedia è stata interpretata da ragazzi dei quattro rioni, che per la prima volta non sono stati in competizione, ma hanno collaborato ad un progetto comune.
La storia, particolarmente divertente e corale, presenta un testo spumeggiante che ruota intorno agli equivoci, agli scambi e agli scontri fisici e sentimentali in una casa rimasta al buio.
Brindsley Miller, un sedicente scultore spiantato e squattrinato, attende nella sua soffitta londinese l'arrivo di un collezionista miliardario che potrebbe risolvere la sua esistenza. Insieme a lui la nuova fidanzata Carol, che per l'occasione ha invitato anche suo padre, il marziale Colonnello Melkett, venuto a 'prendere visione' del luogo e del futuro genero. I due fidanzati cercano di far apparire l'appartamento di Brindsley migliore di quanto in realtà sia, sostituendo i suoi poveri mobili con quelli antichi e di gran valore del vicino di casa, Harold Gorringe, partito per un viaggio. Un black-out improvviso, però, metterà a repentaglio la serata: persone sbagliate nei momenti sbagliati e spassosi incontri/scontri.

La fotogallery